Workshop di cottura raku – aprile 2019

Batteria Ca’ Bianca – Lido di Venezia
6 / 7 aprile 2019

Insieme all’ass. In Diversity, i Bochaleri propongono un lavoro sulla ceramica raku, antica tecnica giapponese ormai diffusissima anche in Europa e negli Stati Uniti. Il sistema di cottura permette di fissare lo smalto alla terracotta nell’arco di una mezz’ora, grazie all’uso di argille resistenti ai forti sbalzi termici. L’estrazione dei pezzi dal forno è altamente spettacolare, e consente di produrre manufatti di grande effetto, caratterizzati da iridescenze metalliche e importanti cavillature.
Intento del seminario è di offrire la possibilità di eseguire autonomamente oggetti finiti, originali e gradevoli.

Programma

Allestimento del forno a gas. Preparazione degli smalti, analisi degli ossidi e delle cristalline. Decorazione di manufatti: cottura, sperimentazione e studio degli effetti di vari materiali applicati a campioni preparati in precedenza.
Smaltatura e decoro dei pezzi foggiati dai partecipanti e già biscottati al forno elettrico.

Orario 
Il programma si svolge in una giornata dalle 10.00 alle 18.00. A scelta, il giorno 6 o il giorno 7 aprile.

Note:
Durante lo svolgimento del corso verranno fornite tutte le ricette e le sigle dei prodotti commerciali utilizzati.
I pezzi realizzati rimarranno di proprietà dei partecipanti.

Per informazioni e iscrizioni: info@bochaleri.it
Posti limitati.

Il workshop è tenuto da Cinzia Cingolani. Nata a Senigallia nel 1965, si è laureata con lode in Lingue e Letterature Orientali all’Università di Venezia, e ha poi seguito un corso di specializzazione in Storia, conservazione, restauro e tecnologia della ceramica presso l’Università di Urbino.
Affascinata dall’arte fittile dell’antico borgo di Fustàt (Il Cairo), nel 2002 apre l’omonimo studio a Venezia, proponendo manufatti ottenuti da un attento studio del materiale, delle forme e dei colori. Qui antiche tecniche ceramiche, reinterprate in chiave moderna, vengono utilizzate per creare oggetti originali e unici, pensati con particolare attenzione al gusto contemporaneo.
Alla quotidiana ricerca tecnica e tecnologica si affianca una intensa attività didattica: si segnalano le collaborazioni con l’Università di Harvard (Boston, U.S.A) e quelle con la Facoltà di Arte e Design dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV) nell’ambito dei corsi di Modellazione Tridimensionale e di Design del Prodotto (Laurea specialistica).
Attualmente vive e lavora nelle Marche, dove oltre all’opera di produzione propone seminari di ceramica presso S. Angelo di Senigallia, diretti a gruppi di allievi italiani o stranieri.

Tra le sue mostre più recenti si ricordano:

Pesaro, Casetta Vaccaj: Elementi in superficie, personale, da novembre 2013 a gennaio 2014.

Tirano (SO): Tinte in acqua, tinte in terra, istallazione, da luglio a settembre 2014

Senigallia (AN): La via Granda, personale, luglio 2014

Fabriano (AN): Galleria Rismondo, Tagli d’argilla, personale, da agosto a ottobre 2014

Senigallia (AN): Centro Cooperativo Mazziniano, In orbem, collettiva, dicembre 2014

San Lorenzello Sannita (BN): Oltre l’Arcobaleno, collettiva, 2016

Senigallia (AN): Spazio Biondi, Spazio a rendere, collettiva, agosto 2016

*** *** ***

>>> Scopri gli altri workshop di ceramica organizzati dai Bochaleri nel 2019

Raku e raku nudo: seminario di ceramica

Senigallia, dal 22 al 24 luglio 2016

Dopo il successo del nostro corso di ceramica raku di giugno (qui tutte le foto), I Bochaleri di Venezia sono lieti di promuovere il seminario di ceramica raku e raku nudo proposto dall’associazione culturale Amici per l’Arte e da Cinzia Cingolani.

workshop_raku_cinzia_cingolani

Il sistema di cottura permette di fissare lo smalto alla terracotta nell’arco di una mezz’ora, grazie all’uso di argille resistenti ai forti sbalzi termici. L’estrazione dei pezzi dal forno è altamente spettacolare e consente di produrre manufatti di grande effetto, caratterizzati da iridescenze metalliche e importanti cavillature. Con la tecnica del “raku nudo” otteniamo dei pezzi molto lisci e satinati caratterizzati da una forte bicromia, costituita dal contrasto tra il nero della riduzione e il colore originario del supporto, bianco, rosso o di altro colore. Il seminario vuole offrire la possibilità di eseguire autonomamente oggetti finiti, originali e gradevoli.

Programma

Il gruppo di lavoro verrà ospitato in una vecchia casa recentemente restaurata, ex residenza monastica presso S. Angelo di Senigallia. Il laboratorio verrà allestito in un luogo coperto accanto alla casa.

1° giorno: modellazione: tecniche del colombino, lastra, stampo o modellato libero, eventualmente tornio elettrico. Finitura dei pezzi. Dopo l’essicazione i manufatti verranno biscottati.

2° giorno: allestimento dei forni a gas. Preparazione degli smalti, analisi degli ossidi e delle cristalline. Decorazione di manufatti: cottura, sperimentazione e studio degli effetti di vari materiali applicati a campioni preparati in precedenza.

3° giorno: Smaltatura e decoro dei pezzi foggiati dai partecipanti.

Lo staff

Cinzia Cingolani: esperta di tecniche ceramiche antiche, nel 2002 apre lo studio di ceramica “Fustat” a Venezia, proponendo manufatti ottenuti da un attento studio dei materiali, delle forme e dei colori. Alla quotidiana ricerca tecnologica si affianca una intensa attività didattica: si segnalano le collaborazioni con l’Università di Harvard (Boston, U.S.A.) e quelle con la Facoltà di Arte e Design dell’istituto Universitario di Architettura di Venezia. Attualmente vive e lavora nelle Marche. Tra le sue mostre più recenti si ricordano: Pesaro, Casetta Vacca: Elementi in superficie, personale, da novembre 2013 a gennaio 2014. Tirano (SO): Tinte in acqua, tinte in terra, istallazione, da luglio a settembre 2014. Senigallia (AN): La via Granda, personale, luglio 2014. Fabriano (AN): Galleria Rismondo, Tagli d’argilla, personale, da agosto a ottobre 2014. Senigallia (AN): Centro Cooperativo Mazziniano, In orbem, collettiva, dicembre 2014. S.Lorenzello (BN): Cerchi di luce in Oltre l’Arcobaleno, collettiva, maggio-giugno 2016

Ernesto Massimo Sossi: Architetto, studioso di etnologia e antropologia, nasce a Taranto nel 1963. Il suo percorso artistico, che spazia tra la pittura, la fotografia, l’arte ceramica, la video-arte, la produzione di oggetti di design, assemblage e istallazioni, si basa su una costante e continua sperimentazione che lo porta a ricercare tecniche, forme e materiali sempre differenti. Questo studio lo aiuta ad esplorare gli aspetti benefici dell’Arte ed a conoscere la propria persona. Quando non fa queste cose cucina, perde tempo, porta a spasso Wladimira.
www.ernestomassimosossi.it
http://www.premioceleste.it/artista-ita/idu:62589/
https://www.youtube.com/channel/UCeWjCfLrQln-u48Vzz_IncA

Costi e modalità di iscrizione

Il costo per persona è di 250 euro, che include: tre giornate di lavoro, i materiali utilizzati, l’uso degli strumenti messi a disposizione, il pranzo per ciascun giorno, la cena la sera di domenica e la quota di iscrizione annuale alla associazione. All’atto dell’iscrizione dovrà essere versata la quota di 100 euro, mentre il saldo andrà consegnato all’inizio del seminario. In caso di recesso da parte dell’iscritto, verrà trattenuta la somma di 50 euro per le spese di organizzazione. Il seminario verrà realizzato con un minimo di 4 partecipanti.

Informazioni e iscrizioni

Cinzia Cingolani
Tel. 335.6045675
e-mail: cinziacingola@gmail.com