Laboratori di ceramica per bambini a Venezia – ottobre 2016

Due incontri dedicati ai bambini dai 4-10 anni e all’arte della ceramica, con merenda equo e solidale.

Il primo appuntamento si terrà il 4 ottobre presso la sede della nostra associazione i Bochaleri ai Giardini, mentre il secondo sarà l’11 ottobre presso L’orto del campanile (dietro la chiesa dei Carmini). Il corso è tenuto dalla nostra socia Nadia Svoboda.

Info e prenotazioni
tel. 349 136 80 78

Si ringraziano: Aretusa, Aqua Altra e L’Orto del Campanile

laboratori-settembre-ottobre

 

Corsi in sede Resoconto di Ottobre 2015

Resoconto dei corsi tenuti da Daniela Levera nel mese di ottobre 2015

Durante il mese di ottobre si sono aggiunti tanti nuovi allievi che hanno cominciato a lavorare con la tecnica del colombino, lastre e qualcuno ha anche messo per la prima volta le mani sul tornio.

Ogni allievo ha un progetto unico in testa quindi si creano dei bei gruppi di lavoro, si condividono le idee e si impara anche dal lavoro degli altri.

Abbiamo una allieva nuova che é molto brava al tornio e potrebbe essere una aspirante torniante! Al momento si impegna ad imparare a chiudere le forme al tornio.

Gli allievi dell’anno scorso e di quest’estate invece sono andati avanti con i loro progetti personali, provando diverse tecniche di decorazione: dall’ingobbio agli smalti.

Una nostra allieva architetto invece si é impegnata nella produzione di piastrelle decorate a maiolica per un progetto di restauro personale, con lei abbiamo fatto una bella ricerca sul colore e sulla produzione di piastrelle.

Abbiamo concluso il mese con la produzione di stampi aperti per il colaggio.

Molti di loro sono attratti dalle forme sottili quindi il programma per il mese di novembre é concludere la produzione di stampi aperti e chiusi.

Buon lavoro a tutti ed ecco a voi alcune foto scattate durante il mese di ottobre.

photo 1 photo 2 photo 3 photo 1 photo 2 photo 3 photo 4 photo 5 photo 1 photo 2 photo 3 photo 4

La ceramica in Palestina

La tecnica di lavorazione della ceramica oggi in uso in Palestina fu introdotta all’inizio del ventesimo secolo da artigiani armeni a Gerusalemme. Al termine della prima guerra mondiale, molti armeni, in fuga dalle persecuzioni, si stabilirono infatti in seno alle comunità armene che già esistevano in diverse città della Palestina. Questi artigiani iniziarono a lavorare al restauro  della Cupola della Roccia e in breve tempo divennero parte  integrante della società palestinese, così come la tradizione di lavorazione della ceramica di cui erano portatori.

La tradizione armeno-palestinese è oggi ancora viva a Gerusalemme, dove alcuni laboratori continuano a produrre, dentro le mura della città vecchia o a Gerusalemme Est. Tra le principali ditte, troviamo la Palestinian Pottery: suoi i tavoli dell’Ostello Austriaco

tavoli in ceramica

Giardino interno dell’Austrian Hostel a Gerusalemme, città vecchia.

Presso la Armenian Ceramic  in Nablus Road è possibile visitare il negozio e, intrufolandosi, anche il laboratorio:

Continua a leggere